Cos'è una distribuzione Linux

Il sistema operativo GNU/Linux prende il nome di distribuzione.

Bisogna tenere conto che non esiste una sola distribuzione, ma tante distribuzioni. Al primo impatto si può fare confusione, ma disegnando un'albero, i rami più grossi sono rappresentati dalle distribuzioni principali mentre i rami più piccoli sono rappresentati dalle distribuzioni derivate: Debian è il ramo principale, Ubuntu è un ramo di Debian, Linux Mint a sua volta è un ramo di Ubuntu.

Il fatto che sia possibile scegliere la funzione principale da svolgere, lascia intendere che la distribuzione contiene pacchetti specifici per l'uso che se ne vorrà fare, ad esempio: ci sono distribuzioni legate al mondo della scuola, con una serie di applicazioni specifiche per la didattica; altri tipi di distribuzioni, invece, con una serie di applicazioni specifiche allo storage dei dati, della sicurezza, dell'utilizzo del PC come desktop. Ad ogni modo, è possibile personalizzarla e renderla il più possibile vicina alle proprie esigenze configurandola come meglio si crede, anche partendo da zero: avendo la possibilità di costruire la propria distribuzione, compilando manualmente sia il kernel che i pacchetti, grazie all'aiuto di Linux From Scratch e LFS-ITALIA.

Sul sito DistroWatch è possibile avere notizie di tutte le distribuzioni e premendo il tasto cerca sarà possibile scegliere:

  • il tipo di sistema operativo unix-like
  • la categoria, ovvero la funzione principale da svolgere
  • il paese di origine
  • se deve appartenere ad un determinato ramo principale
  • se non deve appartenere ad un determinato ramo principale
  • l'ambiente desktop
  • l'architettura della CPU
  • lo stato: attivo, inattivo oppure interrotto.
Distrowatch